Notizia

Professioni nominative, i cui nativi diventano tassisti

Sono diventate note le professioni da cui le persone più spesso vanno a lavorare in taxi. Il sondaggio sul servizio Citymobil è stato pubblicato da Gazeta.Ru. L'indagine ha coinvolto 5345 conducenti collegati al servizio provenienti da diverse regioni della Russia.

Arabia Saudita - L'autorità alimentare saudita sequestra 2.100 kg di cibo etichettato erroneamente

Prima di lavorare in taxi, il 21% degli autisti lavorava nel settore dei trasporti e dei trasporti. Altrettanti hanno lavorato nei settori del commercio, delle comunicazioni e delle telecomunicazioni. Il 14% degli autisti era impiegato nel settore edile, l'11% aveva un'attività in proprio. Il 6% lavorava nel settore industriale, il 3% erano addetti alla ristorazione, un altro 3% erano dirigenti assunti.

Un piccolo numero di conducenti - il 2% - lavorava in giurisprudenza, ingegneria o contabilità finanziaria. Ancora meno, l'1%, ha lavorato nel settore dell'istruzione, dei servizi informativi, della sanità, della pubblicità e delle pubbliche relazioni o nel settore dell'ospitalità. Meno dell'1% ha lavorato nei settori della scienza, della contabilità, della sicurezza o della consulenza.

Il 54% dei tassisti ha dichiarato di essere un normale dipendente. Il 20% ha affermato di ricoprire posizioni di leadership.

Le persone hanno citato i licenziamenti, la perdita di affari, il trasferimento e l'opportunità di guadagnare denaro nel tempo libero tra i motivi per partire per lavorare in taxi. Solo il 18% ha dichiarato di lavorare in taxi chiamando.

Per il 64% dei tassisti - la principale forma di guadagno, per il 34% - solo un lavoro secondario. Il 2% ha notato che porta loro un reddito aggiuntivo durante i loro studi. Allo stesso tempo, se prendiamo le statistiche per regione, a Mosca e nella regione di Mosca, lavorare in taxi è la principale fonte di reddito per il 73% dei conducenti.

Professioni nominative, i cui nativi diventano tassisti