Bbabo NET

Notizia

Pakistan - I commenti dell'India sulla dichiarazione congiunta Pak-Cina assurdi: FO

Pakistan (bbabo.net), - Il Pakistan giovedì ha categoricamente respinto i “commenti ingiustificati e assurdi” fatti dal portavoce del Ministero degli Affari Esteri indiano (MEA) sulla dichiarazione congiunta rilasciata da Pakistan e Cina il 6 febbraio. Secondo un comunicato rilasciato dal Ministero degli Esteri, il Pakistan rifiuta anche fermamente la persistente propaganda dell'India contro il Corridoio economico Cina-Pakistan (CPEC), aggiungendo che il Pakistan aveva condiviso una prova inconfutabile della sinistra campagna dell'India per sabotare il CPEC attraverso i suoi dossier pubblicati nel 2020 e nel 2021.

La dichiarazione affermava che la rivendicazione dell'India sul Kashmir, affermando che la valle contesa non era né in passato né in futuro sarebbe diventata parte integrante dell'India.

"Le affermazioni infondate di Nuova Delhi sul Jammu e Kashmir indiano occupati illegalmente (IIOJK) non possono né cambiare i fatti storici né lo status legale della controversia Jammu e Kashmir", ha affermato.

"L'IIOJK non è mai stato e non sarà mai parte integrante dell'India", si legge in una dichiarazione rilasciata in risposta ai "commenti assurdi" del portavoce del ministero degli Affari esteri indiano sulla dichiarazione congiunta Pakistan-Cina del 6 febbraio 2022 .

La FO ha affermato che resta il fatto inconfutabile che l'India era una forza di occupazione nell'IIOJK in chiara violazione delle pertinenti risoluzioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. Le azioni illegali e unilaterali dell'India del 5 agosto 2019, volte a cambiare lo stato contestato riconosciuto a livello internazionale di IIOJK e ad alterare la sua struttura demografica, sono state respinte dal Kashmir, dal Pakistan e dalla comunità internazionale, ha affermato. La FO ha affermato che il Pakistan continuerà a fornire tutto il possibile sostegno ai Kashmir nella loro giusta lotta contro l'occupazione illegale dell'India.

"Invece di ricorrere ad affermazioni false e fuorvianti senza successo, l'India deve abbandonare la sua occupazione illegale del territorio conteso, revocare immediatamente le sue azioni illegali e unilaterali del 5 agosto 2019 e lasciare che i Kashmir esercitino il loro diritto inalienabile all'autodeterminazione attraverso un libero e plebiscito imparziale sotto gli auspici delle Nazioni Unite come sancito dalle pertinenti risoluzioni dell'UNSC", si legge. La FO ha anche respinto con forza la persistente propaganda dell'India contro il corridoio economico Cina-Pakistan (CPEC). Ha affermato che il Pakistan aveva condiviso prove inconfutabili della sinistra campagna dell'India per sabotare il CPEC attraverso i suoi dossier pubblicati nel 2020 e nel 2021. "Ci sono forti prove del coinvolgimento indiano nei recenti sinistri tentativi di fomentare disordini in Belucistan sostenendo elementi anti-statali", ha detto.

Ha menzionato che il comandante della marina Kulbhushan Jadhav era una prova vivente e inconfutabile di come l'India avesse cercato di sponsorizzare e patrocinare attività sovversive in Pakistan e nella regione.

Pakistan - I commenti dell'India sulla dichiarazione congiunta Pak-Cina assurdi: FO