Notizia

Johnson: la Gran Bretagna aiuterà a fornire assistenza militare all'Ucraina

Ucraina (bbabo.net), - Il Regno Unito continuerà a fornire assistenza militare all'Ucraina, ha affermato Downing Street in un rapporto a seguito di una conversazione tra il primo ministro britannico Boris Johnson e Volodymyr Zelensky.

Il Cremlino ha commentato le ultime parole di Lukashenko sul riconoscimento della Crimea

"Il Primo Ministro ha informato il presidente Zelensky sulle nuove sanzioni britanniche entrate in vigore la scorsa settimana e ha affermato che il Regno Unito continuerà a fornire all'Ucraina mezzi di autodifesa, compresi i veicoli blindati, nei prossimi giorni", diceva. nel messaggio.

Johnson ha anche affermato che continuerà a lavorare a stretto contatto con alleati e partner per "assicurare che l'Ucraina possa difendere la sua sovranità nelle prossime settimane e mesi".

La Russia ha lanciato un'operazione militare in Ucraina il 24 febbraio. Il presidente Vladimir Putin ha definito il suo obiettivo "la protezione delle persone che sono state sottoposte al genocidio dal regime di Kiev per otto anni". Per questo, secondo lui, è prevista la "smilitarizzazione e denazificazione dell'Ucraina". Secondo il ministero della Difesa russo, a partire dal 25 marzo, le forze armate hanno completato i compiti principali della prima fase: hanno ridotto significativamente il potenziale di combattimento dell'Ucraina. L'obiettivo principale nel dipartimento militare russo era chiamato la liberazione del Donbass.

Attualmente, il centro regionale strategicamente importante di Volnovakha, a sud di Donetsk, è stato liberato nella Repubblica Democratica del Congo e sono in corso battaglie per la liberazione finale di Mariupol, la più grande città e centro industriale sulla costa del Mar d'Azov. Nella LPR, secondo la dichiarazione del ministero della Difesa russo del 25 marzo, il 93% del territorio dell'ex regione di Luhansk è stato preso sotto controllo. Le città di Severodonetsk, Lisichansk e numerosi altri insediamenti di questo agglomerato rimangono sotto l'autorità di Kiev.