Notizia

Libano - Jumblat dice che è ora di licenziare il 'vagabondo' Fayyad

Libano (bbabo.net), - Il leader del Partito Socialista Progressista Walid Jumblat ha chiesto sabato la revoca del ministro dell'Energia Walid Fayyad.

Giappone - L'SPRC prende il flak per la seconda marea nera

In un tweet Jumblat ha detto "è ora di congedare il ministro", accusandolo sarcasticamente di girovagare per capitali, ristoranti e locali notturni.

Il capo del PSP ha affermato che il ministero è governato dal partito del Movimento patriottico libero, che ha criticato la presidenza e il "genero", il capo dell'FPM Jebran Bassil.

"Non è il momento per il Primo Ministro di rivelare che non ci sarà elettricità giordana o alcun finanziamento della Banca mondiale, a meno che non venga fatta una riforma radicale al ministero dell'Energia", ha chiesto Jumblat.

La Banca mondiale non ha ancora finanziato un piano libanese sostenuto dagli Stati Uniti per l'importazione di gas ed elettricità dall'Egitto e dalla Giordania attraverso la Siria.

"Sta ancora studiando la fattibilità politica del piano", ha detto Fayyad, aggiungendo che "la palla è ora nel campo dell'amministrazione statunitense e della banca".

Nel frattempo, lo stato a corto di liquidità sta lottando per acquistare carburante per le sue centrali elettriche.

Con il potere statale effettivamente inesistente, molti fanno affidamento su generatori privati, ma i prezzi sono aumentati dopo che il governo ha revocato i sussidi per il carburante.