Bbabo NET

Notizia

L'inflazione continua a battere record in Svezia

L'inflazione continua a battere record in Svezia, con l'inflazione a 12 mesi del CPIF che ha raggiunto il 9,7% a settembre, il livello più alto degli ultimi tre decenni, ha affermato giovedì Statistics Sweden.

"L'aumento dei prezzi dell'elettricità e dei prezzi più elevati per cibo e bevande analcoliche ha contribuito all'elevata inflazione di settembre", ha affermato in un comunicato stampa Caroline Neander, una statistica dei prezzi.

I prezzi dell'elettricità sono aumentati del 54,2% e gli alimenti e le bevande analcoliche del 16,1% negli ultimi 12 mesi.

Sono aumentati anche i prezzi per la riparazione e la manutenzione di abitazioni, mobili e elettrodomestici, visite ai ristoranti, servizi di alloggio, nonché beni e servizi vari.

Secondo gli analisti, la lotta all'impennata dell'inflazione è tutt'altro che finita.

"Pochi credono che abbia ancora raggiunto il picco", ha detto Alexander Noren, un commentatore economico della televisione svedese.

Per contenere l'inflazione al suo obiettivo del 2 per cento, la Riksbank, la banca centrale del paese, ha implementato una serie di aumenti dei tassi ufficiali fino all'attuale 1,75 per cento.

La combinazione di inflazione e aumento dei tassi di interesse porterà alla stagnazione, ha affermato il National Institute of Economic Research in un rapporto pubblicato alla fine del mese scorso.

L'inflazione potrebbe, tuttavia, raggiungere il picco entro l'inizio del 2023, ha detto giovedì a SVT Frida Bratt, economista di risparmio presso la banca Nordnet.

"Gli aumenti dei tassi ufficiali avranno avuto un effetto a quel punto e poiché anche l'economia è in fase di stagnazione, gli svedesi saranno a pochi soldi", ha affermato Bratt. ■

L'inflazione continua a battere record in Svezia