Bbabo NET

Notizia

La Turchia arresta il presunto boss della droga australiano in un'operazione di grande criminalità

ISTANBUL - La Turchia ha dichiarato giovedì (2 novembre) di aver catturato Hakan Ayik, uno dei principali fuggitivi ricercati in Australia per traffico di droga, e altri 36 coinvolti in un giro di criminalità organizzata internazionale perseguito anche dalle autorità statunitensi e neozelandesi.

Il ministro dell'Interno Ali Yerlikaya ha affermato che gli arresti a Istanbul hanno preso di mira la banda di motociclisti armati Comanchero che, a suo dire, sarebbe coinvolta nel traffico di droga, omicidio colposo, saccheggi e riciclaggio di denaro a livello globale.

Soprannominato il "gangster di Facebook" in Australia, Ayik è da più di un decennio sulla lista dei ricercati nello stato del Nuovo Galles del Sud per "la fornitura di grandi quantità commerciali di droga".

L’FBI ha affermato di aver involontariamente aiutato le autorità a monitorare e arrestare centinaia di sospetti criminali negli ultimi anni utilizzando un’app telefonica gestita dall’FBI.

Ayik, noto anche come Reis, e Duax Hohepa Ngakuru, sono alla guida della rete criminale almeno dall'anno scorso, ha detto Yerlikaya sulla piattaforma di social media X. Ayik è ricercato dalle autorità statunitensi e australiane mentre Ngakuru, anche lui arrestato, è ricercato. in Nuova Zelanda, ha detto.

Il procuratore capo di Istanbul ha intentato una causa contro la banda di ciclisti Comanchero accusandola di riciclare i suoi beni in Turchia. Il traffico di droga ha interessato il Sud America, l’Australia, i Paesi Bassi, Hong Kong, la Corea del Sud e il Sudafrica, ha affermato Yerlikaya.

Reuters non è riuscita a contattare immediatamente un portavoce di Ayik in un hotel di Istanbul dove, nel 2021, il personale aveva confermato che era il proprietario.

Il governo turco ha pubblicato un video degli arresti che mostra agenti speciali armati e agenti della narcotici che bussano alle porte di appartamenti e case, arrestano vari uomini e sequestrano pistole e pile di banconote straniere.

Il video include l'immagine di un uomo che si dice sia Ayik, che viene visto in ginocchio, ammanettato e a torso nudo con un grande tatuaggio sulla spalla che corrisponde alle sue precedenti immagini sui social media.

App Anom

Nel 2010, la polizia australiana ha arrestato i soci di Ayik in relazione a una spedizione di droga. Quando Ayik non è tornato da un viaggio a Hong Kong, l'Interpol ha emesso un mandato di arresto nei suoi confronti.

Un atto d'accusa del Federal Bureau of Investigation degli Stati Uniti svelato nel 2021 afferma che Ayik era uno dei tre amministratori e quattro influencer identificati nella creazione e divulgazione dell'app An0m tra le reti criminali.

Gli utenti pensavano che l'app fosse crittografata ma in realtà era controllata dall'FBI che poteva monitorare le loro conversazioni.

La Turchia arresta il presunto boss della droga australiano in un'operazione di grande criminalità