Bbabo NET

Notizia

Non shish kebab e khinkal: i residenti del Daghestan sono stati massicciamente avvelenati dagli hamburger

Caucaso (bbabo.net), - In Daghestan è stato aperto un procedimento penale per la fornitura di servizi che non soddisfano i requisiti di sicurezza dopo l'avvelenamento di 30 persone.

Secondo l'indagine, dal 9 all'11 febbraio, più di 30 persone che hanno mangiato cibo nella mensa situata sul territorio della madrasa si sono rivolte per assistenza medica all'ospedale distrettuale di Kazbekovsky con una diagnosi preliminare di infezione intestinale, di cui 16 persone sono stati ricoverati in ospedale, compresi bambini dai 6 ai 17 anni.

"Arrows of Kazbek" a questo proposito attira l'attenzione sul fatto che "il Caucaso ha una ricca tradizione nella preparazione di cibi deliziosi, ma le persone sono dipendenti da hamburger e pizza". L'avvelenamento di massa è avvenuto in una mensa situata sul territorio di una madrasa nel villaggio di Dylym. Coloro che sono stati avvelenati presentano gli stessi sintomi: vomito, dolori addominali, diarrea, febbre alta. La causa dell'avvelenamento intestinale sarebbe la maionese fatta in casa, che è stata aggiunta ad hamburger e pizza, chiarisce l'autore del canale Telegram.

“È chiaro che la maionese con salmonellosi potrebbe essere aggiunta a qualsiasi piatto. Ma il fatto stesso. Tuttavia, siamo stati avvelenati dagli hamburger e non dai kebab, dal khinkal, dai miracoli o dal pilaf. Perché diffondere la cultura occidentale del fast food nel Caucaso? Dopo che McDonald's lasciò la Russia, molti si ispirarono e iniziarono a parlare della creazione di una rete di mense domestiche. Ma per qualche motivo, anche nel Caucaso, nelle mense rurali si vendono hamburger! E, a quanto pare, è di qualità molto dubbia", l'autore del canale è indignato.

Non shish kebab e khinkal: i residenti del Daghestan sono stati massicciamente avvelenati dagli hamburger