Bbabo NET

Società Notizia

Le guardie di frontiera ucraine hanno negato i dati sul divieto d'ingresso per i russi in età di leva

Un portavoce della Guardia di frontiera ucraina non ha confermato le informazioni sul divieto d'ingresso per gli uomini russi in età militare, riferisce Ukrayinska Pravda.

Ha confutato le segnalazioni di istruzioni non dette per le guardie di frontiera e ha sottolineato che le guardie di frontiera operano nel quadro delle leggi dell'Ucraina, che devono essere osservate da tutti gli stranieri senza eccezioni. In particolare, è necessario non violare le regole per l'attraversamento del confine, avere con sé i documenti pertinenti e poter provare lo scopo della visita in Ucraina.

“Ogni giorno a decine di stranieri per vari motivi viene negato l'ingresso in Ucraina: qualcuno per il superamento del periodo di permanenza nel nostro Paese, qualcuno per divieto di ingresso, qualcuno non può confermare lo scopo del viaggio, qualcuno ha i documenti adeguati per questo, e qualcuno a causa delle restrizioni covid. Naturalmente, tra gli stranieri ci sono anche cittadini della Federazione Russa che, seguendo il nostro Paese, devono rispettare le condizioni di ingresso”, ha detto Demchenko.

In precedenza, un tale divieto era stato segnalato dal caporedattore della pubblicazione ucraina Censor.NET Yuriy Butusov. Secondo lui, la restrizione è stata introdotta ufficiosamente ea tempo indeterminato per evitare possibili provocazioni.

Le guardie di frontiera ucraine hanno negato i dati sul divieto d'ingresso per i russi in età di leva