Società Notizia

In Kazakistan, a seguito di rivolte, sono stati uccisi 17 funzionari della sicurezza

In Kazakistan, a seguito dei disordini, sono stati uccisi 17 funzionari della sicurezza. Lo riferisce RIA Novosti con riferimento alla sede operativa del ministero dell'Interno della repubblica.

Canada - Candice Bergen apparirà a Vernon, BC Consiglio comunale virtuale della Camera di Commercio

"Già 17 persone, un ufficiale SOBR è morto nella regione di Almaty", dice il messaggio.

Inoltre, il 10 gennaio, è stato trovato a Nur-Sultan il corpo del colonnello del Comitato per la sicurezza nazionale del Kazakistan Azamat Ibraev. Su questo fatto è stata avviata un'indagine.

In precedenza si è appreso che in Kazakistan oltre 1,5 mila persone sono state consegnate alla giustizia per violazione dello stato di emergenza. Detenuti anche cinque cittadini del Kirghizistan.

Il 2 gennaio sono iniziate le proteste di massa in Kazakistan. Ciò è accaduto dopo che il governo ha deciso di aumentare i prezzi del gas da 60 a 120 tenge. Le proteste si sono rapidamente trasformate in rivolte e scontri con la polizia. Sullo sfondo di questi eventi, le forze di pace dei paesi della CSTO, inclusa la Russia, furono inviate nella repubblica.

In Kazakistan, a seguito di rivolte, sono stati uccisi 17 funzionari della sicurezza